Fluidità

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinrssyoutubevimeotumblrinstagramflickr

Muoversi in modo continuo ed armonico

Il fine del metodo Pilates è ottenere elasticità, armonia e naturalezza, fluidità nei movimenti della vita quotidiana.

Per questo il training prevede dapprima movimento molto lenti, che aiutino la costruzione della consapevolezza e dell’attenzione e che con l’esercizio diventino fluidi e continui, permettendo al corpo di muoversi senza rigidità e forzature, come se si stesse danza do in ogni momento della quotidianità. Anche l’uso del respiro consapevole e continuo aiuta in tal senso.

I movimenti continui richiamano il concetto stesso di presenza nel mondo perché esprimono in maniera visibile ciò che la realtà del nostro essere non può evitare: il movimento nella sua natura è continuo. Il corpo non si ferma mai, l’immobilità totale non esiste, il cuore continua a battere e di conseguenza il sangue continua a circolare, e altrettanto fanno la linfa ed il liquido cefalorachidiano, la peristalsi prosegue, e così la digestione, la produzione ormonale… Il respiro si muove di continuo, e mentre lo fa trascina con sé visibilmente la nostra ossatura, spostandola. Negare la continuità è un tentativo di controllare la natura stessa del corpo, è un tentativo di evitare di arrendersi al flusso della vita…

La fluidità del movimento e del respiro assecondano il flusso dell’energia, e quando ci si sofferma in una posizione è assolutamente fondamentale ,mantenere vivo il respiro, il controllo e la concentrazione in modo che il copro rimanga vivo e “abitato”. Soprattutto l’interruzione del respiro provoca rigidità e favorisce inutili accumuli di acido lattico nei muscoli.

Ricercando la fluidità si è portati a cambiare le scorrette abitudini motorie e posturali che ci rendono discontinui e goffi oltre che meno efficienti.

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail
Menu Title