Controllo

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinrssyoutubevimeotumblrinstagramflickr

Costruire una precisa propriocezione ed usarla per governare tutto il corpo

Il controllo e la consapevolezza nel Pilates

Il controllo e la consapevolezza nel Pilates

Il fatto stesso che Pilates abbia chiamato inizialmente “Contrology” o “Arte del controllo” la sua tecnica, ci indica quanto sia fondamentale la capacità di controllare ciò che si fa durante il training. Bisogna sceglierlo ed esserne consapevoli: il lavoro lento e meticoloso porta frutti duraturi.

La consapevolezza di ciò che si sta facendo rende possibile fare ciò che si vuole, altrimenti ogni cosa viene lasciata al caso, e ciò che fa la differenza non è mai, in nessun campo “che cosa si fa” ma sempre “come si fa”. Il corpo ha un sistema preferenziale, dal punto di vista neurologico, che gli serve per avere coscienza della condizione e della posizione di ossa, muscoli, capsule articolari, legamenti e tendini. Si chiama sensibilità propriocettiva, e viaggia su canali nervosi specifici. il metodo Pilates fa largo uso di questa capacità e aiuta ad acuirla sempre più.

Chi ha una propriocezione elevata guarisce più velocemente da malattie e disturbi ed è più sensibile a tutte le terapie fisiche, come massaggi e fisioterapia, e ha minore tendenza a farsi male di chi invece ha meno coscienza del proprio corpo e del proprio movimento.

Scegliere consapevolmente e volontariamente di ascoltare il corpo e condurlo nella direzione desiderata è un elemento fondamentale per eseguire gli esercizi con la necessaria precisione, al fine di sfruttarne al massimo ogni potenzialità. Nel fare ciò la mente deve essere molto concentrata e cosciente: nulla in questo metodo è lasciato al caso, e nessun distretto corporeo viene mai dimenticato durante gli esercizi, anche qualora non fosse direttamente coinvolto nel movimento o nella postura. Praticando pilates è sempre fondamentale fare attenzione alla posizione assunta e allo stato di tutte le membra, persino delle dita delle mani e dei piedi, poiché le catene muscolari che lavorano in tutto il corpo giungono ovunque.

Non avere il controllo del proprio movimento può portare a farsi male seriamente.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail
Menu Title